Coronavirus/COVID-19

I nostri contatti per le vostre domande, comunicati stampa della Confederazione e delle associazioni culturali, nonché informazioni generali per lavoratori freelance e lavoratori indipendenti sulla situazione attuale.

INFORMAZIONI PER I LAVORATORI FREELANCE

Tutti i tecnici e attori cinematografici dipendenti (lavoratori freelance con contratti a tempo determinato) si annunciano al più presto presso l’URC – Ufficio regionale di collocamento – del luogo di residenza e definiscono il proprio diritto al sostegno finanziario. Al momento, alcuni URC sono chiusi, ma accettano le iscrizioni per telfono. Indirizzi / contatti Uffici regionali di collocamento URC.

AGGIORNAMENTO. Communicazione del Consigio federale del 25 marzo 2020: Assicurazione contro la disoccupazione (AD): si rinuncia all’inoltro della prova delle ricerche di lavoro. Le persone assicurate dovranno inoltrare la prova delle ricerche di lavoro entro un mese dopo lo scadere dell’ordinanza 2 COVID-19. Come periodo di controllo si applicherà l’intera durata di validità di questa ordinanza. ATTENZIONE: Tuttavia, prova delle ricerche di lavoro.deve comunque essere fornita e può essere presentata solo in un secondo momento.

INFORMZIONI PER I LAVORATORI INDIPENDENTI

I lavoratori indipendenti che subiscono una perdita di guadagno a causa delle misure introdotte dalle autorità per combattere il coronavirus saranno indennizzati. Ciò riguarda anche gli operatori culturali indipendenti che subiscono una perdita di guadagno poiché i loro ingaggi vengono annullati a causa delle misure contro il coronavirus o perché sono costretti ad annullare le proprie manifestazioni.

Le perdite di guadagno dovute al coronavirus saranno trattate secondo le regole vigenti per l’IPG (indennità per perdita di guadagno o maternità) e versate come indennità giornaliere. -> SECO Lavoratori indipendenti ->Indennità per lavoro ridotto

A integrazione delle misure previste per l’intero settore economico, il Dipartimento federale dell’interno (DFI) ha elaborato misure specifiche per il settore della cultura, valide per i casi in cui le prime non siano applicabili in questo settore o non ne tengano sufficientemente conto (vedi link al comunicato stampa). Le misure di aiuto immediato per le imprese culturali e le indennità per perdita di guadagno sono attuate dai Cantoni, mentre le misure di aiuto immediato per gli operatori culturali sono gestite da Suisseculture sociale. Il DFI sta elaborando con i Cantoni e con l’associazione Suisseculture sociale gli strumenti e le linee guida sulle modalità di richiesta e di versamento. L’obiettivo è attuare queste misure il più rapidamente possibile.

CONTATTI

Per domande inerenti il coronavirus, ogni pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00 sono disponibili telefonicamente i seguenti membri di comitato SSFV

TICINO
Michela Pini         079 543 40 17 (da lunedì a venerdì)

SVIZZERA FRANCESE
Daniel Gibel         079 432 90 31 (lunedì, mercoledi, giovedì e venerdì)
Valérie Rohrbach, pôle romand  079 210 95 12 (martedì)

SVIZZERA TEDESCA
Regula Begert        079 768 04 78 (da lunedì a venerdì)
Regula Marthaler   044 500 53 97 (da lunedì a venerdì)
Lukas Piccolin       044 240 36 63 (da lunedì a venerdì)

Oppure per e-mail alla segreteria del SSFV: info@ssfv.ch


COMUNICATI STAMPA

25.03.2020, Communicazione del Consiglio federale, Coronavirus: ulteriori misure per sonstenere l'economia
20.03.2020, Communicazione di Suisseculture in occasione delle misure per attenuare l'impatto economica nel settore della cultura
20.03.2020, Ufficio federale della cultura UFC, Misure per attenuare l'impatto economico del Coronavirus nel settore della cultura