Coronavirus/COVID-19

I nostri contatti per le vostre domande, comunicati stampa della Confederazione e delle associazioni culturali, nonché informazioni generali per lavoratori freelance e lavoratori indipendenti sulla situazione attuale.

PIANI DI PROTEZIONE PER RIPRESE

- Piano di protezione COVID-19 sul riavvio delle riprese di lungomettraggi e serie, della "Task-Force contro il coronavirus" delle associazioni di produttori cinematografici IG, SFP, GARP in collaborazione con il SSFV e con il sostegno di ARF/FDS. 8 giugno 2020.
- "Conferma relativa alla protezione della salute sul luogo di lavoro (Covid-19)"

- Plan de protection de Swissfilm Association pour les films de commande et la publicité, publié le 27 avril 2020. Le plan de protection sera adapté aux nouvelles ordonnances d'assouplissement. 

 

INFORMAZIONI PER I LAVORATORI FREELANCE

Tutti i tecnici e attori cinematografici dipendenti (lavoratori freelance con contratti a tempo determinato) si annunciano al più presto presso l’URC – Ufficio regionale di collocamento – del luogo di residenza e definiscono il proprio diritto al sostegno finanziario. Al momento, alcuni URC sono chiusi, ma accettano le iscrizioni per telfono. Indirizzi / contatti Uffici regionali di collocamento URC.

Assicurazione contro la disoccupazione (AD): si rinuncia all’inoltro della prova delle ricerche di lavoro. Le persone assicurate dovranno inoltrare la prova delle ricerche di lavoro entro un mese dopo lo scadere dell’ordinanza 2 COVID-19. Come periodo di controllo si applicherà l’intera durata di validità di questa ordinanza. ATTENZIONE: Tuttavia, prova delle ricerche di lavoro.deve comunque essere fornita e può essere presentata solo in un secondo momento. Communicazione del Consigio federale del 25 marzo 2020.

Lavoro ridotto nel settore cinematografico
La richiesta di lavoro ridotto in caso di contratti di lavoro a tempo determinato nel settore cinematografico (sono una forma speciale dei contratti di lavoro a tempo determinato) è sensata soltanto se non si tratta di superare pochi giorni fino all’attivazione dell’indennità di disoccupazione.
Per la produzione di un film, questi mancati giorni di ripresa sono importanti e dovranno poter essere recuperati più in là. Ecco perché secondo le CGC e gli accordi, i contratti rimangono in sospeso fino alla ripresa del lavoro. Fondamentamlmente, quindi, fino a questo momento deve intervenire l’assicurazione disoccupazione, perché i costi per il lavoro ridotto di pochi giorni sono sproporzionati rispetto ai ricavi. In linea generale, il lavoro ridotto si applica soltanto ai contratti a tempo determinato in corso che non vengono sospesi.

Riassumendo in modo semplice:
- Se rimangono scoperti solo pochi giorni del contratto di lavoro > URC/AD
- In caso di contratti di lavoro a tempo più lungo > Lavoro ridotto

Attenzione però: solo il datore di lavoro può annunciare il lavoro ridotto. I lavoratori non hanno un “diritto” generale al lavoro ridotto.

10.6.2020 Accordo SSFV - Associazioni di produttori in caso di interruzione della produzione a causa di COVID-19  -> Convention (in francese)
 

INFORMZIONI PER I LAVORATORI INDIPENDENTI

I lavoratori indipendenti che subiscono una perdita di guadagno a causa delle misure introdotte dalle autorità per combattere il coronavirus saranno indennizzati. Ciò riguarda anche gli operatori culturali indipendenti che subiscono una perdita di guadagno poiché i loro ingaggi vengono annullati a causa delle misure contro il coronavirus o perché sono costretti ad annullare le proprie manifestazioni.

Le perdite di guadagno dovute al coronavirus saranno trattate secondo le regole vigenti per l’IPG (indennità per perdita di guadagno o maternità) e versate come indennità giornaliere. -> SECO Lavoratori indipendenti ->Indennità per lavoro ridotto

A integrazione delle misure previste per l’intero settore economico, il Dipartimento federale dell’interno (DFI) ha elaborato misure specifiche per il settore della cultura, valide per i casi in cui le prime non siano applicabili in questo settore o non ne tengano sufficientemente conto (vedi link al comunicato stampa). Le misure di aiuto immediato per le imprese culturali e le indennità per perdita di guadagno sono attuate dai Cantoni, mentre le misure di aiuto immediato per gli operatori culturali sono gestite da Suisseculture sociale. 

Il 06.04.2020 l’Ufficio federale della cultura (UFC) ha informato sulle misure per attenuare le conseguenze economiche del coronavirus nel settore culturale. Si tratta dell’aiuto finanziario immediato messo a disposizione delle imprese culturali autonome e degli attori nel settore culturale in aggiunta alle misure economiche generali adottate dal Consiglio Federale. L’applicazione delle misure di sostegno immediato alle imprese culturali e l’indennità di perdita di guadagno per gli attori nel settore culturale avviene attraverso i Cantoni.
La panoramica delle misure della Confederazione per il settore culturale
L’applicazione delle misure di sostegno immediato per gli attori nel settore culturale avviene attraverso Suisseculture sociale. Le richieste possono essere inoltrate da subito sulla Piattaforma di Suisseculture Sociale.

Ai lavoratori autonomi (anche come lavoro secondario) consigliamo la procedura seguente:
1. Annunciare la perdita di guadagno per lavoratori autonomi tramite IAS (IPG). La condizione è che il loro reddito annuo dell’attività lucrativa soggetto all’AVS ammonti almeno a 10 000 franchi, ma non superi i 90 000 franchi. Il diritto nascerà retroattivamente a partire dal primo giorno della riduzione del reddito, ma al più presto dal 17 marzo 2020, e cesserà dopo due mesi, ma al più tardi con la revoca dei provvedimenti adottati per combattere il coronavirus.

2. Annunciare l’indennità per perdita di guadagno per attori nel settore culturale presso il Cantone di residenza
Ticino   Zurigo   Berna   Basilea Città   Basilea Campagna   Lucerna   Zugo   Svitto   Turgovia   Sangallo   Glarona   Sciaffusa   Appenzello Interno   Appenzello Esterno   Soletta   Argovia   Nidvaldo   Grigioni 

3. Le richieste di aiuti finanziari di emergenza possono essere inoltrate sulla Piattaforma di Suisseculture SocialeChi può presentare una domanda a Suisseculture Sociale?
I sostegni immediati vanno richiesti presso il Comune di residenza.

CONTATTI

Per domande inerenti il coronavirus,sono disponibili telefonicamente i seguenti membri di comitato SSFV

TICINO
Michela Pini         079 543 40 17 (da lunedì a venerdì)

SVIZZERA FRANCESE
Daniel Gibel         079 432 90 31 (lunedì, mercoledi, giovedì e venerdì)
Valérie Rohrbach, pôle romand  079 210 95 12 (martedì)

SVIZZERA TEDESCA
Regula Begert        079 768 04 78 (da lunedì a venerdì)
Lukas Piccolin       044 240 36 63 (da lunedì a venerdì)

Oppure per e-mail alla segreteria del SSFV: info@ssfv.ch


COMUNICATI STAMPA

13.05.2020, Communicazione del Consiglio federale, Misure complementari secondo l'ordinaza Covid Cultura - Cronologia dei lavori
16.04.2020, Communicazione del Consiglio federale, Coronavirus: estensione del diritto all’indennità di perdita di guadagno ai casi di rigore
06.04.2020, Ufficio federale della culture UFC, Misure adottate dalla Confederazione per attenuare le conseguenze economiche del coronavirus nel settore culturale
25.03.2020, Communicazione del Consiglio federale, Coronavirus: ulteriori misure per sonstenere l'economia
20.03.2020, Communicazione di Suisseculture in occasione delle misure per attenuare l'impatto economica nel settore della cultura
20.03.2020, Ufficio federale della cultura UFC, Misure per attenuare l'impatto economico del Coronavirus nel settore della cultura